IL BANDO TIPO

L'Ordine degli Architetti di Milano ha messo a punto una procedura semplice ed efficace che ha tutte le caratteristiche per essere definita bando-tipo. Una strada nuova che mette al centro dell'evento del concorso il progetto, semplifica le procedure e punta su una vera trasparenza a tutti i livelli.

Si utilizza per:

Concorsi di progettazione in due gradi o grado unico

Le caratteristiche sono semplici e lineari. Sono previsti due gradi: il primo grado “leggero” per i concorrenti richiede un contenuto impegno di lavoro e, sopratutto, economico e possono partecipare tutti i progettisti interessati. Segue un secondo grado ristretto in cui vengono selezionate un massimo di dieci proposte e che prevede la presentazione di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica. Solo a questo punto gli ammessi devono dimostrare di possedere i requisiti tecnico-economici richiesti dalla normativa nazionale. Il progettista o il team di professionisti hanno in questo modo il tempo di organizzarsi ad hoc, reperendo sul mercato le risorse migliori e investendo energie e sostanze in vista di un lavoro sicuro. (Il vincitore avrà la facoltà di reperire i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti per legge dopo essersi aggiudicato il concorso in fase di assegnazione dell'incarico.) A tutti gli ammessi al secondo grado, non solo al vincitore, viene riconosciuto un rimborso spese. In caso di concorso di progettazione in unico grado la procedura concorsuale si risolve in un unico step.

Il bando prevede, inoltre, l’obbligatorietà per l’amministrazione di affidare l’incarico all’autore del progetto vincitore.

Il bando tipo ha un duplice vantaggio:
I partecipanti si trovano a interagire con uno schema conosciuto e le amministrazioni possono risparmiare tempo e risorse usufruendo di una procedura collaudata. Inoltre può essere a tutti gli effetti uno strumento anche per piccoli comuni con scarsa dotazione di tecnici e di risorse. Si tratta di una procedura lineare, e di facile accesso, non punitiva verso chi dispone di minori risorse e che offre chiarezza delle procedure, concorrenza aperta e garanzie contro possibili compromissioni e errori procedurali. In questo modo si garantisce la stessa qualità delle operepubbliche in tutte le realtà.

Concorrimi è l’ideale per concorsi relativi a opere di medie e piccole dimensioni.

I 10 step di un concorso
La piattaforma web